Alitalia, il caso: “Il suo posto va al disabile”. Ma in aereo sale la Boldrini

Alitalia, la denuncia di un passeggero spostato dalla prima fila nonostante avesse pagato l’extra. “C’è un disabile”. Ma a bordo ci sono Boldrini e il suo staff

Un imprenditore si presenta al check-in del volo 1391 Alitalia Roma-Genova domenica scorsa nel tardo pomeriggio a Fiumicino. Ha un posto in prima fila pagato extra. “Vada al 20C, in prima fila c’è una persona con handicap“, gli dicono al bancone. Una volta salito a bordo, però, nota che in prima fila, nel posto che aveva prenotato, c’è Laura Boldrini, ex presidente della Camera e ora deputata Leu. In prima fila anche il suo staff e quelle che sembrano le sue guardie del corpo.

A denunciare il caso è stato l’imprenditore stesso, Duilio Paolino, piemontese, presidente di Cosmo srl e già vicepresidente di Confindustria Cuneo, come scrive “Il Giornale”. Quando gli dicono che deve rinunciare al suo posto per lasciarlo a un disabile, accetta di buon grado e non fa nessun accenno alla richiesta di rimborso. Una volta salito a bordo, però, scopre in prima fila Boldrini & co, così chiama lo steward e chiede spiegazioni, che non arrivano.

Tornato a casa denuncia l’accaduto ad Alitalia, che si scusa e si impegna a indagare e a rimbrosare l’importo del biglietto, senza però spiegare cosa sia successo. “Guardi, so come funziona – dichiara a Il giornale -. la segreteria dell’onorevole chiama l’ufficio della Camera preposto per le prenotazioni aeree dei parlamentari, prendono i posti che vogliono anche se sono occupati e fanno spostare la gente. Dico solo una cosa: sarebbe ora che la Boldrini e gli altri iniziassero a viaggiare anche loro nei sedili di dietro, magari capirebbero di più il Paese”.

fonte: affaritaliani.it

ilGiornale.it

La versione di Laura Boldrini

La vicenda del presunto viaggio in aereo di Laura Boldrini al posto di un disabile rischiava di diventare veramente scomoda per la parlamentare di Liberi e Uguali. Per questo la Boldrini ha deciso di fornire la sua versione dei fatti tramite social network. “Mi sono seduta, come è normale che sia – scrive questa mattina su Twitter – nel posto indicato dalla carta di imbarco ottenuta con il check-in online 24 ore prima del volo Alitalia. Insomma, tutto nella norma, nessun favoritismo particolare, né tantomeno un sopruso consumato sfruttando la scusa della difficile situazione di un cittadino portatore di handicap. La Boldrini precisa anche di non avere avuto nessuna scorta, come invece raccontato dall’imprenditore Paolino.

Precedente Olio Tunisino: arrivate in Sicilia 800 tonnellate non previste Successivo Sacchetti Bio: la tassa occulta aiuta l'azienda gradita a Renzi